Randonnèe – Verona Resia Verona

Randonnèe – Verona Resia Verona

Il giorno 16 e 17 giugno 2018 si svolgerà la famosa Verona-Resia-Verona, ormai una tappa irrinunciabile per gli appassionati di Randonnèe.

Il percorso parte da San Ambrogio di Valpolicella (Verona) e arriva fino alle sorgenti dell’Adige, a Passo Resia, a pochi metri dal confine con l’Austria. A Resia, dopo aver ammirato il campanile che emerge dal laghetto azzurro, c’è il giro di boa e si riprende il percorso tendenzialmente in discesa, fino alla Valpolicella di Verona. L’itinerario di andata è per buona parte diverso rispetto a quello del ritorno. Per i tratti comuni la prospettiva paesaggistica è differente: da sud verso nord abbiamo di fronte l’arco alpino, ritornando a Verona incontriamo la pianura che mano a mano si allarga.

Usciti dalla Valpolicella, per godere della molteplicità dei paesaggi, si risale lungo il Lago di Garda fino a Riva del Garda, da qui si devia verso Mori per immettersi nella Val Lagarina, la grande valle del Fiume Adige. Si passa da Trento e si prosegue per il Lago di Caldaro, si sale ad Appiano sulla Strada del vino e si scende verso Bolzano. Si prosegue poi lungo la Val Venosta e si risale infine a Passo Resia lungo la pista ciclabile. A Passo Resia, c’è tempo per un pò di riposo e per godersi lo spettacolo del lago circondato dalle montagne.

Per i partecipanti che hanno scelto i 300 km questa è la meta finale della Randonnée. Rimane comunque la possibilità, anche per loro, di decidere al momento, in base alla forma fisica e alle condizioni meteo, di proseguire tentando i 600 km anche se non previsti alla partenza.

Dopo Resia si riprende la Val Venosta e si percorre la lunghissima valle d’Adige. In territorio veronese si tiene la sinistra del fiume, lungo una recente pista ciclabile che passa dalla Chiusa di Ceraino dominata dal bel Forte di Rivoli, in alto sul colle. Da qui in breve si arriva in Valpolicella.

Il percorso, per quanto possibile, percorre le piste ciclabili presenti sul territorio. Una scelta voluta per consentire di pedalare in sicurezza e tranquillità godendo del paesaggio circostante. Poiché nessuna strada è riservata o chiusa al traffico si raccomanda il massimo rispetto per i ciclisti e i pedoni che si incontreranno lungo il percorso.

Altre informazioni le troverete al sito www.simonettabiketour.it

Share this news!